Dalla passione per il viaggio e dalla viscerale attrazione per luoghi post sovietici, inevitabilmente nasce e continua ad evolversi (IN)CONCRETE: un fotoreportage che si pone l’ obiettivo di valorizzare e fissare nella memoria un’architettura poco conosciuta, eredità di un periodo (quello sovietico) che nell’immaginario collettivo è fatto solo di enormi quartieri periferici invasi da palazzi popolari, tutti identici e alienanti. In 60 anni si sono susseguiti stili e tecniche poliedriche che hanno creato edifici imponenti e suggestivi, forme d’arte proletarie dal forte impatto visivo. Accanto ai moduli abitativi prefabbricati (i famosi “krushovki”) vengono erette costruzioni destinate principalmente all’uso sociale o governativo, che si distinguono nel paesaggio urbano per le loro forme eccentriche, bizzarre e potenti allo stesso tempo.

Si tratta di edifici straordinari che insieme ai mausolei commemorativi della Seconda Guerra Mondiale e agli enormi e dettagliatissimi mosaici sono una testimonianza della creatività al servizio della propaganda governativa. Esaltando le conquiste sociali, scientifiche e culturali si descriveva il brillante futuro del socialismo e della rivoluzione facendo sentire il popolo parte di una grande utopica realtà.

Queste strutture, che ci sembrano così fuori dal tempo e svuotate del loro contenuto originario, stanno scomparendo insieme ai ricordi dell’epoca socialista. Alcune rischiano di essere abbattute, altre versano in stato di abbandono e degrado; pochissimi sono i governi interessati al loro mantenimento, chi per ragioni politiche o disinteresse e chi per gli elevati costi di ristrutturazione di alcune di esse.
Questa raccolta vuole essere un personale racconto di quel periodo storico così lontano ma inevitabilmente vicino, un modo per non far cadere nell’oblio un’architettura che non deve essere dimenticata.

Ricorda che:

Gli eventi culturali e formativi sono a numero chiuso

Il costo di partecipazione  è di 10 euro comprensivi di aperitivo

Gli iscritti ai corsi di inglese presso il British Institute di Cantù possono ritirare a scuola un coupon per avere uno sconto del 20% sulla partecipazione a tutti gli eventi in programma

Per informazioni o prenotazioni per questo evento puoi
chiamare il numero 335.5362772 o
compilare il form qui sotto