L’azienda vitivinicola Velenosi nasce per la volontà di due imprenditori locali, Angela ed Ercole Velenosi, nel 1984. Nonostante sia una realtà giovane, coniugando una forte passione ad impegno e voglia di imparare e crescere sempre, i titolari con l’aiuto di tutto il loro staff hanno così dato vita ad un’azienda in continua espansione che oggi porta in Italia e nel mondo intero i profumi ed i colori del territorio piceno attraverso vini dal carattere inimitabile.
Il vino per Velenosi è un’arte capace di far sognare, un concetto che sta alla base della loro filosofia aziendale, nel rispetto dei valori del vino, dei tempi non lunghi nè brevi, ma naturali, e della qualità, la continua ricerca per ottenere il massimo risultato.
Durante la serata abbiamo degustato:
Passerina Brut, vino spumante ottenuto da uve Passerina al 100%, vinificazione metodo Charmat in autoclave a temperature controllate con il contatto con le fecce per oltre 90 giorni, si tratta infatti di uno Charmat lungo. Si ottiene quindi un vino molto fine ed aromatico, le classiche note aromatiche della Passerina, caratterizzato dal perlage persistente, molto delicato, direi quasi cremoso e satinato, con profumi coinvolgenti che invogliano nuovamente a bere.
Offida Villa Angela Pecorino, vino bianco fermo ottenuto da uve Pecorino al 100% che vengono dalle viti del cru Villa Angela; la fermentazione e l’affinamento avvengono entrambe in acciaio a temperature controllate, al naso un profumo fine ed elegante con una certa mineralità, in bocca si esprime al massimo soprattutto per l’ottima maturazione delle uve che ha permesso un connubio perfetto tra morbidezza e freschezza, il tutto accompagnato da una piacevole sapidità rendendolo un vino coinvolgente.
Querciantica Lacrima di Morro d’Alba, vino rosso ottenuto da uve Lacrima di Morro d’Alba in purezza, viene vinificato ed affinato solamente in acciaio e la macerazione sulle bucce avviene per circa 20 giorni. Vino dal colore rosso intenso quasi violaceo, profumo al naso molto particolare ed intenso, piacevolmente fruttato di fragole e marasche e floreale di violetta e rose. In bocca si presenta morbido, leggermente tannico, con sentori in perfetta armonia con le sensazioni olfattive.
Solestà Rosso Piceno, vino rosso ottenuto con uve Montepulciano 70% e uve Sangiovese al 30%, fermentazione delle uve in fermentini di acciaio dove la macerazione sulle bucce avviene anche per più di 4 settimane proprio perché estrarre il massimo. L’affinamento verrà poi fatto in barrique nuove per almeno 16 mesi. Al naso si presenta intenso e complesso con note di frutti rossi ed ampia speziatura. In bocca ha un gusto persistente, caldo e pieno rendendo il vino deciso ed armonico al tempo stesso.
Fuori degustazione durante la serata abbiamo presentato il loro vino rosso top di gamma pluri premiato:
Roggio del Filare, vino rosso ottenuto sempre con uve Montepulciano 70% e uve Sangiovese al 30%, fermentazione delle uve in fermentini di acciaio dove la macerazione sulle bucce avviene per 28 giorni circa. L’affinamento verrà poi fatto in barrique nuove francesi per più di 18 mesi. Al naso si presenta intenso e molto complesso con note olfattive di straordinario fascino. In bocca conferma il suo grande carattere e svela la sua essenza. Vellutato nella polpa e possente nella trama, giustamente tannico, fruttato e speziato.